venerdì 18 maggio 2012

Pasta con cavolo riccio


Il cavolo riccio è una verdura che ormai non troviamo più sui banchi. Io l'ho conosciuta dalla famiglia di mia marito, ortolani da generazioni. Non so dirvi se si trova in altre parti d'Italia, pare che da molti anni non sia più in commercio. L'azienda LAMA CHIARA  a Noci, ha recuperato questo pianta e nel periodo invernale la si può trovare in vendita nel punto vendita a Noci (Ba), anche se penso che ci saranno sicuramente altri ortolani in Italia che la coltivano. La ricetta che vi propongo è quella che ha conquistato i palati di tutti i nostri amici che hanno avuto modo di assaggiarla, chiaramente la ricetta è di mia suocera e vi assicuro che fatta da lei, non ci sono paragoni che tengano.


Ingredienti:
400 gr. di pasta penne rigate o ziti tagliati
500 gr. di cavolo riccio
una cipolla bianca
6/7 pomodorini
300 gr. di guanciale a dadi
un bicchiere di vino bianco
olio pepe sale
foglie di alloro
pecorino grattugiato o parmigiano.
Pulite il cavolo riccio, recuperando le cimette e sfilando le foglie più tenere dal gambo.
Lessate in acqua salata e mettete da parte.
In una teglia grande soffriggete la cipolla bianca in abbondante olio senza farla bruciare, aggiungere il guanciale; sfumate con il vino bianco. Aggiungere i pomodorini, sale, pepe e alloro. Fate cuocere per pochi minuti.
Lessate al dente la pasta in acqua salata. Nel sugo mettete il cavolo, aggiungete la pasta e fate saltare il tutto con il pepe e una manciata di pecorino o parmigiano. Servire caldo.



4 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie per la ricetta .
quando devo aggiungere il vino? A brodetto asciutto o no?

Anonimo ha detto...

Grazie ,
avevo comprato e piantato le piantine di cavolo riccio ed ora che hanno avuto un'ottima vegetazione non avevo idea di come cucinarle.
Anch'io vivo a noci con una rad a cui spero che piaccia la ricetta che mi accingo a preparare.
Spero di non sbagliare il tempo per l'aggiunta del vino.
Buon Bacco nelle gnostre

federico ha detto...

quello non è cavolo riccio...

Teresa Schiavone ha detto...

Buonasera,
se quello non è cavolo riccio, cos'è?
http://blog.bioesisto.it/tag/cavolo-riccio/

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails