giovedì 22 aprile 2010

Compleanno

E' stata la torta della nonna, della zia, della mamma, la torta che rimane nella memoria insieme ai ricordi delle feste importanti in famiglia, le foto con i nonni, con gli zii, con le sorelle piccole. E' poi diventata la torta dei compleanni di mia figlia, di mio figlio e soprattutto di mio marito. Hanno apprezzato anche i nostri amici e non ho mancato di prepararla anche per loro. Inserire qui la ricetta mi sembra davvero inutile, ma vi dico cosa serve per prepararla: un pan di spagna, mezzo litro di crema bianca, mezzo litro di crema al cioccolato, qualche amarena sciroppata, crema di burro al caffè, mandorle tostate e sbriciolate e liquore Strega per inzuppare. 







3 commenti:

Marianna ha detto...

ciao...è stupendo e sembra buonissimo questo dolcino...anzi dolcione...ma te n sarei immensamente grata se mi dicessi almen ocme hai fatto il pds?grazieee

schiavo.net ha detto...

Ciao Marianna,
ti confido un segreto: il pds non mi riesce mai bene, devo ancora imparare ma ce la farò. Intanto lo compro già fatto da un forno vicino casa che lo fa due volte a settimana con ingredienti genuini. Ti assicuro che è davvero buono, come fatto in casa. Purtroppo per te non posso aiutarti.

anna the nice ha detto...

Cara Teresa, innanzitutto grazie per i graditissimi auguri. E poi considerata la mie millefoglie e la tua torta incredibilmente golosa che sa di tempi lontani, che ne dici di instaurare la splendida tradizione dell'assaggio ogni volta che prepariamo una cosa buona? e considerato anche che ci separano solo 30 metri di strada?
p.s. chi l'ha detto che per forza dobbiamo saper fare bene tutto? anche il pandispagna? chi ce lo fa fare visto che c'è Rocchina che ce lo prepara tutti i giorni? Che fortunate che siamo!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails